Quando l’UE vuole farsi buona pubblicità lo riesce a fare molto bene, è il caso dello spazio riservatogli all’interno del Padiglione Italia presso l’Expo di Milano 2015. Vi propongo un viaggio ricco di profumi e simboli che nasconde un messaggio ben preciso.

Mentre state camminando lungo il Cardo e di fronte a voi si innalza maestoso l’Albero della Vita, venite presto distratti dal richiamo di alcuni ragazzi che vi invitano a prendere parte ad uno spettacolo particolare. Con un po’ di diffidenza accettate e vi accodate al resto del gruppo come quando si è al cinema. Per ingannare l’attesa su degli schermi sopra la vostra testa potete guadare un simpatico filmato: persone provenienti da ogni parte d’Europa sono coinvolte in un gioco che diverte a tutte le età, quello di ripetere una frase in una lingua sconosciuta. Ciao come va? può diventare  How are you? Hola, ¿còmo estàs? Hallo, wie gehts? Bonjour, ça va? e da dovunque voi veniate subito vi sentite a casa.

Terminata finalmente l’attesa entrate nel vivo dell’esperienza. Una volta entrati nel padiglione alle pareti potrete leggere alcuni brevi cenni sulla storia dell’UE, scoprendo che Italia, Germania, Francia, Lussemburgo, Belgio e Paesi Bassi sono i fondatori dell’Unione, che nel 1992 è nato il mercato unico e che dieci anni dopo arrivò nelle nostre tasche l’euro.

Una porta vi conduce poi in quella che ha tutte le sembianze di una cameretta da letto, alle pareti i quadri prendono vita e raccontano la storia di Alex e Sylvia. Lui è un giovane contadino fin da piccolo dedito alla sua terra e alla fattoria di famiglia, lei una ragazza piena di vita e con la volontà di cambiare il mondo per scongiurare il tanto temuto cambiamento climatico. Per una serie ci casualità i due giovani si incontreranno e presto uniranno le loro forze per garantire la sopravvivenza del loro paesino colpito da ripetute inondazioni e carestie.

Per vedere altri video sul Padiglione UE visita il sito ufficiale: http://europa.eu/expo2015/it/ 

Il messaggio è forte e chiaro: l’Europa unisce tradizione ed innovazione con lo scopo di salvaguardare i cittadini e le loro tradizioni nel rispetto del mondo che ci ospita. Solo l’unione di questi elementi può garantire il raggiungimento degli obiettivi preposti. Che tu sia bambino, adulto o anziano sono sicura apprezzerai questo viaggio capace di aprire nuovi scenari ed incuriosire anche i più scettici.

 

Jennifer Murphy

Lascia un commento

About the Author


Mi sono avvicinata alle dinamiche europee ed internazionali durante i miei anni di studi universitari che mi hanno portata a laurearmi in Scienze politiche-Studi internazionali presso l’Università degli studi di Trento con una tesi sulla diffusione delle tematiche europee nelle scuole superiori ed attraverso i media. Attualmente sono studentessa presso il corso di laurea magistrale in Gestione delle organizzazioni e del territorio, sempre all’Università di Trento. Spero un giorno di poter trasformare questa mia passione in un lavoro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *