A partire dal 1° novembre si è insediata la nuova Commissione europea di Jean-Claude Juncker. Da lui ci si aspetta molto, soprattutto che porti più stabilità e concretezza in quella che è considerata il cuore dell’Unione. Ma esattamente di cosa si occupa la Commissione? Quali i suoi ruoli e le sue caratteristiche?

Cos’è la Commissione europea?

La Commissione è una delle principali istituzioni europee. Considerata una sorta di “esecutivo”, ha sede nel Palazzo Berlaymont a Bruxelles (Belgio). È composta da 28 membri (uno per ogni Stato membro, per conoscere i loro volti basta andare su questo sito: http://ec.europa.eu/commission/2014-2019_it) ed ha un mandato di cinque anni.

Palazzo Berlaymont sede della Commissione europea

Palazzo Berlaymont sede della Commissione europea

Indipendenza

Il Trattato sull’Unione europea specifica che: “I membri della Commissione sono scelti in base alla loro competenza generale e al loro impegno europeo e tra personalità che offrono tutte le garanzie di indipendenza” e che “la Commissione esercita le sue responsabilità in piena indipendenza […] i membri non sollecitano né accettano istruzioni da alcun governo, istituzione, organo o organismo”. Ciò significa che nello svolgere i suoi compiti ha l’obbligo di rappresentare l’interesse dell’intera Unione e non di farsi portavoce di volontà di singoli Stati o partiti.

Ruoli

Detiene il diritto di iniziativa legislativa

La Commissione ha il compito di proporre quelle che poi, attraverso un lungo processo che coinvolge il Parlamento europeo e il Consiglio dell’Unione europea, diventeranno le leggi dell’UE.

Vigila sul rispetto del diritto europeo

Altro compito fondamentale è quello del controllo sull’attuazione del diritto europeo nei vari Stati membri: se uno di essi non rispetta una norma europea rischia una sanzione da parte della Commissione attraverso una procedura d’infrazione.

Fissa gli obiettivi dell’intera Unione

Spetta alla Commissione l’incarico di stabilire quali debbano essere gli obiettivi e i traguardi da raggiungere nei vari ambiti in cui agisce. Per citarne alcuni: attuare la strategia Europa 2020 per uscire dalla crisi economica e promuovere una crescita e un’occupazione sostenibili, consolidare i diritti e la sicurezza dei cittadini europei, svolgere un ruolo di punta nell’affrontare i cambiamenti climatici, rafforzare il ruolo dell’Europa sulla scena mondiale.

Stabilisce il bilancio dell’UE

È la Commissione che decide come “spendere” i soldi: ogni anno l’UE stabilisce come spenderà i propri soldi l’anno successivo. In questo processo vengono coinvolti (come per il processo legislativo) anche il Consiglio dell’UE e il Parlamento che devono approvare la proposta di spesa della Commissione.

Rappresenta l’UE nel mondo

Quando c’è un meeting o la necessità di fare accordi a livello internazionale è la Commissione, o meglio il suo Presidente, che fa le veci dell’Unione europea.

 

Jennifer Murphy

Lascia un commento

About the Author


Mi sono avvicinata alle dinamiche europee ed internazionali durante i miei anni di studi universitari che mi hanno portata a laurearmi in Scienze politiche-Studi internazionali presso l’Università degli studi di Trento con una tesi sulla diffusione delle tematiche europee nelle scuole superiori ed attraverso i media. Attualmente sono studentessa presso il corso di laurea magistrale in Gestione delle organizzazioni e del territorio, sempre all’Università di Trento. Spero un giorno di poter trasformare questa mia passione in un lavoro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *